ic launcheric launcheric launcher

logo alcol

Aiuto e consigli per i consumatori di alcol e per chi sta loro accanto

ic launcheric launcheric launcher

logo alkohol

Aiuto e consigli per i consumatori di alcol e per chi sta loro accanto

Alcol e guida

L'alcol rimane una delle principali cause degli incidenti stradali: il 17% degli incidenti con feriti gravi o morti è dovuto all’alcol. La stragrande maggioranza di questi incidenti sono stati causati da bevitori occasionali, vale a dire persone che per l'esattezza avevano bevuto troppo, senza essere dipendenti dall'alcol.

totop scroller orange

In Svizzera, nel 2015, 38 persone sono decedute a seguito di un incidente stradale dovuto all'alcol, il che equivale a 1 incidente stradale mortale su 7 [liens externes] . Nel 1992, se ne contavano meno di 189! Questa riduzione rilevante si spiega con la maggiore sicurezza delle auto moderne, ma anche con l'abbassamento del tasso alcolemico consentito allo 0,5‰ e con le misure di controllo più rigorose garantite da Via Sicura [liens externes] (0,5‰ = 0,25 mg/l).
totop scroller orange

Alcol proibito per i nuovi conducenti

Statisticamente, a causa dell’alcol, i conducenti tra 18 e 24 anni causano più incidenti rispetto agli altri conducenti e ne sono anche le principali vittime. I neopatentati, per definizione autisti con poca esperienza, tendono a sopravvalutare le proprie capacità. L’alcol aumenta la propensione al rischio e diminuisce la capacità di reazione, per cui il rischio d’incidente grave è particolarmente elevato per questa categoria.

Dal 1° gennaio 2014 i nuovi conducenti soggiacciono al divieto assoluto di mettersi alla guida sotto l’effetto dell’alcol (tasso alcolemico vicino allo 0 per mille che si traduce in un limite legale fissato allo 0.1‰. Questa tolleranza si spiega con l’assorbimento di certi alimenti, come ad esempio la frutta, che possono far salire leggermente l’alcolemia). Il divieto mira a evitare feriti gravi e a salvare delle vite.

 

Be my angel
nezrouge2
totop scroller orange

Nuova unità di misura

Dal 1° ottobre 2016, è stato introdotto il controllo dell’alcolemia con l’etilometro. D’ora in poi, si parla di milligrammi di alcol per litro d’aria espirata (mg/l) al posto dei per mille (‰).

I valori ottenuti con l’etilometro possono fungere da prova legale, ciò che, nella maggior parte dei casi, evita di procedere a un prelievo di sangue.

Tabella d’equivalenza :

 Alcol nel sangue Alcol nell’aria espirata 
0.5‰  0.25 mg/l
0.8‰ 0.4 mg/l
0.1‰ 0.05 mg/l

Per gli utenti è cambiata soltanto l’unità di misura. Lo ≪ 0.5 ≫ e lo ≪ 0,8 ≫ ‰ non sono scomparsi, dato che il risultato dell’esame del sangue continuerà a essere espresso in ‰. I due valori (mg/l e ‰) coesistono, a seconda del metodo di controllo impiegato (nell’aria espirata o nel sangue).

Il tasso massimo di alcol autorizzato rimane fissato allo 0.5‰ e le sanzioni restano immutate 

Fonti :


 

Per andare oltre